ENTER
  • Aggiornamenti 2020: il carcinoma gastrico

    Il trattamento dei pazienti affetti da carcinoma gastrico ha subito nel corso di questi ultimi anni una costante evoluzione che ha portato a rivedere, anche radicalmente, alcuni presupposti storicamente radicati. Un esempio per tutti è quello del trattamento adiuvante, che ha lasciato progressivamente il passo al trattamento peri-operatorio e neo-adiuvante. Unitamente al cambio di strategia nelle forme radicalmente resecabili, anche il trattamento della malattia metastatica ha subito progressivi cambiamenti, fino all’avvento delle terapie a bersaglio anti-HER-2 e di quelle anti-angiogeniche, con prove di efficacia nei trattamenti successivi alle prime linee e con valutazione del loro utilizzo anche in fase più precoce.
    Accanto a questi cambiamenti progressivi nella pratica clinica, la ricerca sta continuamente testando nuove opzioni di cura, con un particolare focus su trattamenti target ed immunoterapici.
    Alla luce di tale complessità, il corso offre la possibilità di un aggiornamento sulle recenti novità e l’opportunità di interagire in diretta con i Relatori, con un confronto diretto volto all’acquisizione o al consolidamento di adeguate competenze nella corretta gestione dei pazienti con carcinoma gastrico.

  • Programma dell’attività formativa

    Chi ben comincia... neoadiuvante, adiuvante e prima linea di terapia - Sara Lonardi

    …e chi ben continua: seconda linea e oltre - Lorenzo Fornaro

    Vecchi targets e nuovi farmaci: HER2 e la sua inibizione - Giuseppe Aprile

    Orizzonti futuri: nuovi targets e immunoterapia - Nicola Silvestris

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Verifica Apprendimento Partecipanti

    Questionario a risposta multipla e a doppia randomizzazione. Si effettua online con l'obbligo di rispondere correttamente ad almeno il 75 percento delle domande per il suo superamento. È prevista la possibilità di ripetizione in caso di esito negativo