ENTER
  • La diagnosi clinico-patologica integrata del carcinoma a cellule di Merkel

    Il carcinoma a cellule di Merkel è una neoplasia cutanea rara con un’incidenza inferiore a 1 nuovo caso su 100.000 all’anno. La diagnosi clinica è oltremodo difficile e prevede la diagnosi differenziale con tutta una serie di patologie cutanee sia maligne sia anche benigne. Tuttavia, la diagnosi precoce è fondamentale perché ha un significativo impatto sulla prognosi e consente l’avvio precoce delle procedure di trattamento. A titolo esemplificativo, il rischio di metastasi linfonodali è circa il 20% in pazienti con carcinoma a cellule di Merkel di dimensioni 5 mm, mentre sale fino al 40% in presenza di lesioni superiori a 3 cm. La diagnosi è basata sul quadro anatomo-patologico e quindi è assolutamente fondamentale l’apporto del patologo e l’integrazione tra dermatologo clinico e patologo per una corretta correlazione clinico-patologica che consenta poi l’avvio del processo di stadiazione e terapia con l’approccio multidisciplinare adeguato.

  • Programma dell’attività formativa

    Introduzione - Pietro Quaglino

    Epidemiologia, patogenesi e diagnosi clinica - Pietro Quaglino

    Diagnosi anatomo-patologica - Alberto Pisacane

    Dibattito: la gestione multidisciplinare del paziente con carcinoma a cellule di Merkel - Giovanni Grignani, Alberto Pisacane, Pietro Quaglino

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Verifica Apprendimento Partecipanti

    Questionario a risposta multipla e a doppia randomizzazione. Si effettua online con l'obbligo di rispondere correttamente ad almeno il 75 percento delle domande per il suo superamento. È prevista la possibilità di ripetizione in caso di esito negativo