• Il ruolo dell’immunoterapia innata nel controllo del tumore escaped

    Lo sviluppo dell'immunoterapia a cui stiamo assistendo da ormai quasi una decade, è il risultato degli enormi passi avanti che gli immunologi hanno fatto nella conoscenza dei meccanismi che regolano il rapporto ospite-tumore, a partire dagli anni 80 del '900.
    L'introduzione di anticorpi monoclonali capaci di bloccare recettori inibitori sui linfociti CD4+ e CD8+, ha focalizzato l'interesse sui sistemi di risposta al tumore basati sull'immunità adattativa, lasciando in ombra le potenzialità collegate al sistema immunitario innato.

    Fra queste, la citotossicità cellulare anticorpo dipendente (ADCC), è un sistema di difesa, ampiamente collegato alle cellule NK, il cui meccanismo può già essere sfruttato, grazie alla presenza nella pratica clinica routinaria, di anticorpi monoclonali di classe IgG1.

    Tuttavia, la diffusione di queste conoscenze, resta in parte nascosta dall'enorme risononza data dall'introduzione degli immune check-point inhibitors.

    Si ritiene quindi necessario ricordare all'ampia platea degli oncologi italiani, che esistono ulteriori potenzialità dell'immunoterapia, che possono aggiungersi a quanto si sta sviluppando in questi anni, e che queste potenzialità, per essere correttamente sfruttate, richiedono solo una più approfondita conoscenza dei loro meccanismi di azione e una precisa collocazione nel panorama della terapia oncologia moderna.

  • Programma dell’attività formativa

    PARTE I: BASI DELL’IMMUNOTERAPIA

    1. Fisiologia del sistema immunitario - G. Bianchini, D. Santini
    2. Il ruolo del sistema immunitario nella sorveglianza immunologica e nella cancerogenesi - G. Bianchini, D. Santini


    PARTE II: IL RUOLO DELLE CELLULE NK

    1. L’ADCC: i meccanismi di inibizione e i meccanismi di stimolo - M. Merlano
    2. Che ruolo può avere l’ADCC nella clinica oncologica? - M. Merlano, G. Bianchini, D. Santini

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, specializzazione e attività ultraspecialistica

  • Verifica Apprendimento Partecipanti

    Questionario a risposta multipla e a doppia randomizzazione. Si effettua online con l'obbligo di rispondere correttamente ad almeno il 75 percento delle domande per il suo superamento. È prevista la possibilità di ripetizione in caso di esito negativo