ENTER
  • IL TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE DEI TUMORI DEL DISTRETTO TESTA-COLLO: UN APPROCCIO PRATICO (Lazio, Sardegna e Umbria)

    I principali trattamenti per il cancro della testa e del collo negli stadi iniziali sono la chirurgia e la radioterapia. Queste modalità possono essere usate singolarmente o in combinazione e con o senza la chemioterapia.
    Fino ad oggi, la scelta terapeutica per i pazienti con recidiva e/o metastasi di tumore a cellule squamose del distretto testa-collo è stata molto limitata e non ha fornito significativi miglioramenti in termini di sopravvivenza del paziente.
    Dopo oltre un decennio i risultati dello studio Keynote 048 hanno permesso di modificare la prima linea di trattamento con l’introduzione di immune check-point inhibitors.
    Per la prima volta non si tratta di una unica scelta terapeutica, ma di una decisione clinica che va profilata in funzione di diversi fattori e discussa da un team multidisciplinare.
    Obiettivo dell’attività è quello di approfondire diagnosi e trattamento del paziente con questa patologia, con focus sulla gestione multidisciplinare del paziente che prevede la partecipazione di oncologo, radioterapista, chirurgo maxillofacciale, otorino e patologo.

  • Programma dell’attività formativa

    MERCOLEDì, 20 GENNAIO

    14.00 Registrazione partecipanti on-line

    14.30 Benvenuto e introduzione ai lavori - Paolo Bossi, Patrizia Morbini

    14.40 Fattori predittivi/prognostici nel tumore del distretto testa collo: il ruolo dei biomarkers - Patrizia Morbini, Maurizio Martini

    15.00 Il trattamento dei tumori del distretto testa-collo - Paolo Bossi

    SUDDIVISIONE DEI PARTECIPANTI IN SALE PARALLELE PER LA GESTIONE DI QUESITI PRATICI E SITUAZIONI DIDATTICHE. TUTTI I PARTECIPANTI SEGUONO I TRE GRUPPI DI LAVORO A ROTAZIONE

    15.30 Gruppo I – Quesiti pratici: le domande per l’oncologo e per il radioterapista

    tutor: Silvia Mezi, Giuseppe Sanguineti

    Gruppo II – Quesiti pratici: il ruolo del chirurgo
    tutor: Andrea Botticelli, Roberto Puxeddu, Valentino Valentini

    Gruppo III – Quesiti pratici: cosa chiedere all’anatomo-patologo e come interpretare il risultato
    tutor: Cira Di Gioia, Massimo Ghiani, Maurizio Martini

    17.00 Highlights dai gruppi di lavoro A cura dei tutor dei gruppi di lavoro

    17.30 Sum-up e conclusione dei lavori - Paolo Bossi, Maurizio Martini, Patrizia Morbini

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Istruzioni ECM

    Per completare l'attività di formazione e ottenere i relativi crediti ECM, occorre soddisfare tutte le seguenti condizioni:

    1. Appartenere ad una professione/disciplina corrispondente a quelle previste dall'accreditamento ECM;
    2. Partecipare al webinar live per tutta la durata prevista (NB guardare le registrazioni non è sufficiente);
    3. Compilare on-line la scheda di valutazione dell’evento che viene resa disponibile al termine del webinar live entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è svolta l'attività formativa;
    4. Superare con successo il test di verifica dell’apprendimento entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è svolta l'attività formativa. Il test consiste in un questionario a risposta multipla con una sola risposta corretta per ciascuna domanda. Sono consentiti un massimo di 5 tentativi ed è considerato superato con successo quando si risponde correttamente ad almeno il 75% delle domande.

    Al completamento del percorso sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione e, per gli aventi diritto, l'attestato con i crediti ECM.

    Nota Bene

    La piattaforma permette di compilare la scheda di valutazione dell'evento digitale e di svolgere il questionario di valutazione dell'apprendimento a tutti gli utenti con una presenza non inferiore al 75% della durata di ogni singola sessione costituente l'evento digitale. Questa stessa condizione deve essere soddisfatta per poter scaricare l'attestato di partecipazione.

    Per poter ottenere i relativi crediti ECM è necessaria, inoltre, una presenza non inferiore al 90% della durata complessiva dell'evento digitale.

    Esempio

    Nel caso di un evento digitale costituito da due webinar da 2 ore, per poter compilare la scheda di valutazione dell'evento digitale, svolgere il questionario di valutazione dell'apprendimento, e scaricare l'attestato di partecipazione è sufficiente che l'utente sia presente per almeno il 75% di ciascuna webinar, ovvero per almeno 1,5 ore di ciascun webinar.

    Questa condizione è necessaria, ma non sufficiente per poter conseguire i crediti ECM. Per poter conseguire i crediti ECM, oltre alle altre condizioni applicabili, l'utente deve essere presente per almeno il 90% delle 4 ore di durata complessiva dell'evento digitale, ovvero per almeno 3 ore e 36 minuti nell'arco delle due sessioni.