ENTER
  • La terapia anti-angiogenetica nel carcinoma della mammella: evidenze scientifiche e pratica clinica a confronto

    Il tumore della mammella mostra una continua evoluzione diagnostica e terapeutica e questo porta a  revisionare periodicamente il percorso che le pazienti effettuano dalla prima diagnosi fino alla fase avanzata della malattia.
    Un importante contributo di ricerca e cura è stato portato dalle molecole antiangiogenetiche e in particolare dal bevacizumab e oggi, con l’avvento dei nuovi target biomolecolari nel tumore triplo negativo e l’avvento dei CDK4/6 inhibitors nella neoplasia ormonoresponsiva, il profilo dell’algoritmo terapeutico è in mutazione.
    Pertanto l’obiettivo del meeting è quello di rivalutare il giusto spazio del bevacizumab nell’algoritmo terapeutico dei tumori luminali e triplo negativi in una fase avanzata di malattia.

  • Programma dell’attività formativa

    LUNEDÌ, 14 GIUGNO

    Ore 15.00  Registrazione dei partecipanti online

    Ore 15.15  Introduzione - Alessandra Fabi, Vito Lorusso

    Ore 15.30  Qual è il percorso dei biosimilari fino alla pratica clinica? Vito Lorusso

    Ore 15.45  Tumore della mammella HR+: quando la chemioterapia? quando bevacizumab? - Katia Cannita

    Ore 16.00  Ruolo del bevacizumab nel tumore della mammella avanzato: quando e come? - Nicla La Verde     

    Ore 16.15  Sessione interattiva - Terapia anti-angiogenetica con biosimilari: domande e risposte
    Partecipano: Antonio, Astone, Rossana Berardi, Katia Cannita, Michelino De Laurentiis, Alessandra Fabi, Alessandra Gennari, Stefania Gori, Rosario Guarrasi, Vito Lorusso, Nicla La Verde                      


    Ore 17.15  Take home messages - Alessandra Fabi, Vito Lorusso

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Istruzioni ECM

    Per completare il percorso formativo e ottenere i crediti ECM previsti, l’utente deve soddisfare tutte le seguenti condizioni::

    1. Appartenere a una professione/disciplina corrispondente a quelle previste dall'accreditamento ECM;
    2. Partecipare all’Evento Digitale per tutta la durata prevista (NB guardare le registrazioni non è sufficiente);
    3. Compilare la scheda di valutazione dell’Evento Digitale, resa disponibile al termine dell’evento*, entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è terminata l'attività formativa;
    4. Superare con successo il test di verifica dell’apprendimento entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è terminata l'attività formativa. Il test consiste in un questionario a risposta multipla con una sola risposta corretta per ciascuna domanda. Sono consentiti un massimo di 5 tentativi ed è considerato superato con successo quando si risponde correttamente ad almeno il 75% delle domande.

    Al completamento del percorso, indipendentemente dall’esito del test di verifica dell’apprendimento, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione. Coloro che hanno superato con successo il test di verifica dell’apprendimento potranno scaricare l'attestato con i crediti ECM.

    Nota Bene

    La piattaforma permette di compilare la scheda di valutazione dell'Evento Digitale e di svolgere il questionario di valutazione dell'apprendimento ai soli utenti con una presenza non inferiore al 75% della durata prevista di ogni singola sessione costituente l'evento. Questa condizione deve essere soddisfatta per poter scaricare l'attestato di partecipazione.

    Per esempio, se un Evento Digitale è costituito da due Webinar da 2 ore, l’utente deve maturare una presenza uguale o superiore al 75% in ciascuno dei due Webinar. Essere presenti al 50% del primo Webinar e al 100% del secondo Webinar non è sufficiente.