ENTER
  • La gestione cardiovascolare del paziente affetto da Leucemia Mieloide Cronica

    L’introduzione nell’armamentario terapeutico della Leucemia Mieloide Cronica (LMC) degli inibitori delle tirosino chinasi (TKIs) non ha modificato soltanto il decorso naturale della LMC ma anche rivoluzionato il suo approccio terapeutico. Da emopatia neoplastica invariabilmente fatale è stata raggiunta una mediana di sopravvivenza (LMC – correlata) molto vicina alla popolazione normale, con conseguente incremento della prevalenza. Questo ha comportato nel tempo la formulazione attraverso un Consensus Panel dei criteri clinici dello EuropeanLeukemiaNet (ELN) ed una maggiore attenzione alle tossicità comportate, nel breve e nel lungo termine, dal trattamento, spesso “quoadvitam”, con i TKIs.
    Attualmente, la prevenzione e la gestione degli effetti collaterali, insieme alle singole comorbidità del paziente (già presenti alla diagnosi e/o subentranti), sono tra i maggiori fattori ad influenzare sia la qualità di vita del paziente affetto da LMC che la sua aderenza alla terapia.
    Evidenze cliniche hanno mostrato come il trattamento con TKIs possa influenzare negativamente il sistema cardiovascolare e complicare la gestione del paziente in terapia attiva. Pertanto, una valutazione accurata del rischio cardiovascolare e l’attuazione di idonee procedure di monitoraggio e di diagnosi precoce diventano di fondamentale importanza per la gestione del paziente. L’approccio multidisciplinare e la stretta sinergia tra ematologo e cardiologo possono prevenire la comparsa delle tossicità cardiologiche e permettere una gestione ottimale, con conseguente miglioramento della prognosi.
    In quest’ottica, la presente iniziativa si prefigge come obiettivo, in ambito regionale, il miglioramento del percorso diagnostico-assistenziale e della gestione terapeutica del paziente onco-ematologico affetto da LMC ed in terapia con i diversi TKI.
    L’incontro si svolgerà collegando tutti i partecipanti da remoto.

  • Programma dell’attività formativa

    Fase propedeutica all’incontro del Gruppo (2h30’)

    Prima dell’incontro, i partecipanti al gruppo di miglioramento compileranno una survey, che sarà disponibile su una piattaforma web dedicata al progetto, ad accesso riservato, unitamente a materiali di approfondimento (bibliografia essenziale, documenti/linee guida, ecc.).

    Il razionale della survey propedeutica per gli incontri è focalizzare l’attenzione dei partecipanti sulla gestione cardiovascolare del paziente affetto da Leucemia Mieloide Cronica.

    Incontro del Gruppo di Miglioramento (3h30’)

    14.45 Registrazione dei partecipanti alla piattaforma FAD di Accademia

    15.00 Metodologia di lavoro
    Vincenzo Accurso, Ines Monte, Giuseppina Novo, Fabio Stagno 

    15.10 Percorso Diagnostico terapeutico Cardio-oncologico: organizzazione per la qualità
    Rosalia Ragusa

    15.20 Management delle complicanze cardiovascolari dei farmaci anti BCR-ABL1 
    Giuseppina Novo

    15.35 Il PDTA cardio-oncologico
    Ines Monte

    15.50 La terapia sequenziale con TKIs nella Leucemia Mieloide Cronica
    Fabio Stagno

    16.05 Terapia con TKIs in pazienti con patologia cardiovascolare
    Marco Santoro

    16.20 Presentazione dei risultati della survey preliminare e confronto con i centri partecipanti
    Vincenzo Accurso, Ines Monte, Giuseppina Novo, Fabio Stagno

    17.00 Group Discussion: Esperienze dei centri nella gestione cardiovascolare del paziente affetto da Leucemia Mieloide Cronica
    Moderano: Vincenzo Accurso, Ines Monte, Giuseppina Novo, Fabio Stagno
    Partecipano: tutti i componenti del gruppo

    18.00 Definizione della corretta procedura di gestione del paziente con LMC e compilazione collegiale della scheda conclusiva strutturata
    Vincenzo Accurso, Ines Monte, Giuseppina Novo, Fabio Stagno

    18.30 Chiusura dei lavori

  • Obiettivo formativo nazionale

    Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell'evidence based practice (ebm - ebn - ebp)

  • Istruzioni ECM

    Per completare il percorso formativo e ottenere i crediti ECM previsti, l’utente deve soddisfare tutte le seguenti condizioni:

    1. Appartenere a una professione/disciplina corrispondente a quelle previste dall'accreditamento ECM.
    2. Partecipare all’Evento Digitale per tutta la durata prevista (NB guardare le registrazioni non è sufficiente).
    3. Compilare la scheda di valutazione dell’Evento Digitale, resa disponibile al termine dell’evento*, entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è terminata l'attività formativa.
    4. Superare con successo il test di verifica dell’apprendimento entro e non oltre la mezzanotte del 3° giorno successivo a quello in cui si è terminata l'attività formativa. Il test consiste in un questionario a risposta multipla con una sola risposta corretta per ciascuna domanda. Sono consentiti un massimo di 5 tentativi ed è considerato superato con successo quando si risponde correttamente ad almeno il 75% delle domande.

    Al completamento del percorso, indipendentemente dall’esito del test di verifica dell’apprendimento, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione. Coloro che hanno superato con successo il test di verifica dell’apprendimento potranno scaricare l'attestato con i crediti ECM.

    Nota Bene

    La piattaforma permette di compilare la scheda di valutazione dell'Evento Digitale e di svolgere il questionario di valutazione dell'apprendimento ai soli utenti con una presenza non inferiore al 75% della durata prevista di ogni singola sessione costituente l'evento. Questa condizione deve essere soddisfatta per poter scaricare l'attestato di partecipazione.

    Per esempio, se un Evento Digitale è costituito da due Webinar da 2 ore, l’utente deve maturare una presenza uguale o superiore al 75% in ciascuno dei due Webinar. Essere presenti al 50% del primo Webinar e al 100% del secondo Webinar non è sufficiente.