ENTER
  • La gestione degli eventi avversi da inibitori della tirosinchinasi nell’epatocarcinoma

    Le prospettive terapeutiche e l’aspettativa di vita per il paziente con epatocarcinoma sono nettamente migliorate grazie alla possibilità di diagnosticare il tumore in fase subclinica con la sorveglianza ecografica dei pazienti a rischio e alla sempre crescente disponibilità di nuove opportunità terapeutiche nel campo della terapia sistemica. Oggi in Italia abbiamo a disposizione, quali opzioni terapeutiche sistemiche per l’epatocarcinoma, 4 inibitori della tirosinchinasi (TKI): sorafenib e lenvatinib per la terapia di prima linea, regorafenib per quella di seconda linea dopo fallimento di sorafenib, e cabozantinib per la seconda o terza linea, senza limitazione legata al fallimento di sorafenib. Attualmente una corretta sequenza d’uso dei farmaci disponibili consente di raggiungere sopravvivenze mediane 2-3 volte superiori a quelle riportate dai primi studi controllati che dimostrarono la superiorità di sorafenib sul placebo. È opportuno che i medici specialisti sappiano utilizzare al meglio i TKI e, in particolare, come impostare la prevenzione della loro tossicità e come riconoscere tempestivamente gli eventi avversi, al fine evitare ingiustificate riduzioni posologiche e/o interruzioni del trattamento, ottimizzando così la compliance dei pazienti e i risultati del trattamento. Per tali ragioni questo corso di formazione a distanza si propone come una guida pratica per il riconoscimento e, soprattutto, per la prevenzione e la gestione degli eventi avversi imputabili all’utilizzo dei TKI nell’epatocarcinoma.

  • Programma dell’attività formativa

    Introduzione - Mario Scartozzi, Franco Trevisani

    Lo stato dell’arte della gestione del paziente con epatocarcinoma - Pina Ziranu

    Gestione degli eventi avversi:

    • Ipertensione - Francesco Tovoli
    • Diarrea - Gianluca Masi
    • Riduzione appetito e perdita di peso - Margherita Ratti
    • Proteinuria - Piera Federico
    • Astenia - Giuseppe Cabibbo
    • Ipotiroidismo - Massimo Iavarone
    • Sindrome mano-piede - Andrea Casadei Gardini
    • Encefalopatia - Marianna Silletta


    Conclusioni e Take home messages - Mario Scartozzi, Franco Trevisani

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Verifica Apprendimento Partecipanti

    Questionario a risposta multipla e a doppia randomizzazione. Si effettua online con l'obbligo di rispondere correttamente ad almeno il 75 percento delle domande per il suo superamento. È prevista la possibilità di ripetizione in caso di esito negativo