ENTER
  • Ottimizzazione delle sinergie clinico-patologiche nella gestione delle malattie linfoproliferative a cellule B

    In ambito medico, sempre più evidente è la necessità del lavoro di equipe, con l’integrazione di competenze multidisciplinari. L’ematologia è il campo della medicina nel quale per primo si è affermato l’impiego sistematico delle tecniche molecolari, quale contributo essenziale alla personalizzazione della terapia.
    In particolare, nell’ambito dei linfomi esiste oggi la disponibilità di un gran numero di farmaci innovativi che per la prima volta fanno ipotizzare schemi “chemo-free”.
    Questo corso di formazione a distanza intende mostrare nell’ambito dei linfomi di derivazione dagli elementi B, che costituiscono l’85% dei tumori del tessuto linfatico, l’imprescindibilità dell’approccio multidisciplinare, con il costante dialogo fra anatomo-patologo, biologo molecolare e clinico, dal quale soltanto possono discendere decisioni terapeutiche personalizzate.

  • Programma dell’attività formativa

    Introduzione e obiettivi - Stefano A. Pileri

    Malattia di Waldenström
    Inquadramento classificativo - Genetica - Claudio Agostinelli
    Fattori prognostici - Chiara Cavalloni
    Terapia - Marzia Varettoni

    Leucemia Linfatica Cronica
    Inquadramento classificativo - Quadri anatomopatologici - Maurilio Ponzoni
    Genetica e fattori prognostici - Paolo Ghia
    Terapia - Alessandra Tedeschi

    Linfoma diffuso a grandi cellule B
    Strumenti classificativi e diagnostici - Stefano A. Pileri
    Linfoma diffuso a grandi cellule B e sequenziamento di nuova generazione - Gianluca Gaidano
    Fattori prognostici - Alice Di Rocco
    Le nuove terapie - Paolo Corradini

    Linfoma marginale
    Inquadramento classificativo - Marco Paulli
    Genetica - Silvia Zibellini
    Linfomi marginali a eziologia infettiva - Luca Arcaini
    Terapia - Alessandra Tedeschi

    Linfoma mantellare
    Inquadramento classificativo - Elena Sabattini
    Genetica - Claudio Agostinelli
    Fattori prognostici - Alessandro Broccoli
    Terapia - Beatrice Casadei

    Conclusioni - Stefano A. Pileri

  • Obiettivo formativo nazionale

    Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

  • Verifica Apprendimento Partecipanti

    Questionario a risposta multipla e a doppia randomizzazione. Si effettua online con l'obbligo di rispondere correttamente ad almeno il 75 percento delle domande per il suo superamento. È prevista la possibilità di ripetizione in caso di esito negativo