• Scientific rationale

    La medicina di genere o, meglio, la medicina genere-specifica si occupa delle differenze biologiche tra i due sessi nonché delle differenze più propriamente di genere legate a condizioni socio-economiche e culturali e della loro influenza sullo stato di salute e di malattia. Differenze tra uomini e donne, infatti, si osservano sia nella frequenza che nella sintomatologia e gravità di numerose malattie, nella risposta alle terapie e nelle reazioni avverse ai farmaci, nelle esigenze nutrizionali, negli stili di vita e nell'accesso alle cure. Un approccio di genere nella pratica clinica consente di promuovere l’appropriatezza e la personalizzazione delle cure, con risparmi per i sistemi sanitari, come sottolineato da Agenzie ed Istituzioni internazionali, quali la Food and Drug Administration (FDA), l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU.
    Con l’approvazione della legge 3/2018 “Applicazione e diffusione della Medicina di Genere nel Servizio Sanitario Nazionale” pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 31-01-2018, per la prima volta in Europa, viene garantito l’inserimento del “genere” in tutte le specialità mediche, nella sperimentazione clinica dei farmaci (nell’art.1) e nella definizione di percorsi diagnostico-terapeutici, nella ricerca, nella formazione e nella divulgazione a tutti gli operatori sanitari e ai cittadini (nell’art.3).
    In attuazione delle disposizioni della suddetta legge, il 24/3/2023 è stato adottato con decreto legge il “Piano Formativo Nazionale per la Medicina di genere”, volto a garantire la conoscenza e l’applicazione dell’orientamento alle differenze di genere nella ricerca, nella prevenzione, nella diagnosi, nella cura e nella riabilitazione.

    In quest’ottica, l’evento formativo “Kidney Pink Day” ha l’obiettivo di fare un focus sul rene, in particolare di esplorare le attuali conoscenze sul ruolo del sesso e del genere sulla salute, sul rischio e decorso della malattia renale cronica e sull’impatto delle terapie di nefro e cardioprotezione. Verrà anche presa in esame la terapia sostitutiva della funzione renale, in particolare l’emodialisi e il trapianto di rene, in un’ottica di genere.
    L’evento formativo è rivolto a medici specialisti e specializzandi in nefrologia, cardiologia, medicina interna, reumatologia, malattie metaboliche e diabetologia, medicina generale con l’obiettivo ultimo di promuovere una ricerca e una pratica clinica che tengano conto delle differenze di sesso e genere per favorire una programmazione dei servizi sanitari che assicuri equità nell’accesso alle cure.

  • How to participate the meeting

    Per favorire la partecipazione, questo evento si svolgerà in forma ibrida. Sarà possibile seguire l’attività formativa in presenza presso la sede congressuale o in remoto.

    I due pulsanti sottostanti permettono di iscriversi secondo la modalità desiderata, fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’iscrizione all’attività potrà avvenire esclusivamente attraverso procedura online, non saranno accettati nuovi iscritti presso la sede congressuale.

    ISCRIVITI al Corso Residenziale - GENOVA   ISCRIVITI all'Evento Digitale - ONLINE         

    I partecipanti che seguiranno l’attività in remoto avranno bisogno di una connessione internet di buona qualità e di un dispositivo (PC, Smartphone, Tablet) con browser Internet recente (es. qualsiasi versione aggiornata di Chrome o Firefox).

  • Programme

    12.45    Welcome lunch e registrazione dei partecipanti
    13.20   Saluto ai partecipanti
    Stefano Bianchi, Maura Ravera
    I SESSIONE
    MEDICINA DI GENERE: STATO DELL'ARTE

    Moderatore: Stefano Bianchi
    13.30   Medicina di genere: piano per l’applicazione e la diffusione della medicina di genere
    Maura Ravera
    13.50    Medicina di genere: definizioni
    Laura Cosmai
    14.10    Women and kidney health: beyond KDIGO
    Giorgina Piccoli
    14.30    Discussione
    I SESSIONE
    RENE E CUORE NELL’OTTICA DI GENERE

    Moderatore: Francesco Locatelli
    15.00   Mortalità da malattie croniche non trasmissibili e impatto del genere: analisi italiana degli ultimi 30 anni
    Vincenzo Bellizzi
    15.20   Discussione
    15.30   Genere e malattie renali: ci sono differenze tra uomini e donne? Epidemiologia e progressione
    Roberto Minutolo
    15.50   Discussione
    16.00   Pausa caffè



    16.30Cuore nella CKD: differenze di genere? La cardiopatia ischemica
    Luna Gargani
    16.50   

    Discussione

    17.00Cuore nella CKD: differenze di genere? Lo scompenso cardiaco
    Ernesto Paoletti
    17.20   Discussione
    II SESSIONE
    FATTORI DI RISCHIO

    Moderatore: Roberto Minutolo
    17.30   Differenze di genere nell’associazione della pressione arteriosa con il rischio di ESKD nel paziente con MRC
    Silvio Borrelli
    17.50    Discussione
    18.00    Differenze di genere nella composizione corporea nella CKD e accesso alla terapia nutrizionale 
    Annalisa Noce
    18.20    Discussione
    18.30   Obesità e diabete: KDIGO e differenze di genere         
    Anna Solini
    18.50    Discussione
    19.00    Fine lavori
    III SESSIONE
    NEFRO E CARDIOPROTEZIONE NELLA CKD: SERVE UNA TERAPIA DIFFERENZIATA PER  GENERE?

    Moderatore: Maura Ravera
    8.30    Ci sono evidenze che le donne sono più sensibili al sale? Differenze di genere nel sistema renina angiotensina aldosterone
    Francesca Mallamaci
    8.50     Discussione
    9.00    SGLT2 inibitori e GLP1 RA: nefro e cardioprotezione nell’ottica di genere
    Luca De Nicola
    9.20     Discussione
    9.30     Trattamento dell’anemia nell’ottica di genere: vecchi e nuovi farmaci

              
    Lucia Del Vecchio
    9.50     Discussione
    10.00Fratture da fragilità nell’ottica di genere
    Maria Fusaro
    10.20    Discussione
    10.30    Glomerulonefriti e decorso clinico: impatto del genere 
    Federico Alberici
    10.50    Discussione
    11.00    Pausa caffè
    IV SESSIONE
    TERAPIA SOSTITUTIVA

    Moderatore: Francesca Mallamaci
    11.30   Il genere influisce nella terapia sostitutiva?
    Marcora Mandreoli
    11.50   

    Discussione

    12.00   Disparità di sesso e di genere nel trapianto renale da vivente: dal donatore all’impatto sul ricevente
    Gianluigi Zaza
    12.20   Discussione
    12.30   RELAZIONE CONCLUSIVA
    Moderatore: Mariacristina Gregorini
    Gender gap in Nefrologia

    Laura Cosmai
    12.50    Discussione
    13.00    Conclusioni e chiusura lavori

  • Faculty

    Maura Ravera Genova

    Federico Alberici BresciaVincenzo Bellizzi Caserta
    Stefano Bianchi LivornoSilvio Borrelli Napoli
    Laura Cosmai MilanoLuca De Nicola Napoli
    Lucia Del Vecchio ComoMaria Fusaro Padova
    Luna Gargani PisaMariacristina Gregorini Reggio Emilia
    Francesco Locatelli LeccoFrancesca Mallamaci Reggio Calabria
    Marcora Mandreoli Roberto Minutolo Napoli
    Annalisa Noce RomaErnesto Paoletti Imperia
    Giorgina Piccoli Le Mans (Francia)Anna Solini Pisa
    Gianluigi Zaza Cosenza